e-commerce FAGIOLI DI SARCONI

Il Fagiolo che scoppiò dal ridere

FAGIOLO RIDEC’era una volta una vecchietta che viveva  sola sola in una piccola casa. Un mattino andò ad  accendere il fuoco, ed uno dei fili di paglia che aveva in mano  le cadde in terra. Quando la paglia fece una bella fiammata nel camino, la  vecchia vi mise sopra del carbone, e un carboncino acceso cadde in terra, accanto al filo di paglia. Poi la vecchietta mise dei fagioli nella pentola,  ed un fagiolo cadde sul pavimento, accanto al filo di paglia e al carboncino acceso.
Il carboncino, allora, perse la calma e gridò:
– Ne ho abbastanza!  Noi stiamo qui, in terra, e quella vecchia non si cura di noi nemmeno un po’.  Andiamocene e giriamo il mondo! 
Gli altri furono d’accordo e cosí il carboncino acceso, il filo di paglia
ed il fagiolo uscirono e se ne andarono per il mondo. Camminarono finché  giunsero ad un ruscelletto: ma non vi era né un ponte né una tavola  per attraversarlo.
Il carboncino acceso disse:
– Pagliuzza, se ti sdrai attraverso il fiume ti useremo come ponte. 
Il filo di paglia si sdraiò tra le sponde e il carboncino acceso cominciò  ad attraversarlo. Ma mentre era a mezza strada diede fuoco alla pagliuzza,  che si spezzò in due, e il carboncino acceso cadde nell’acqua sfrigolando.
Nel vedere quella scena il fagiolo cominciò a ridere, e rise tanto, ma  tanto, che alla fine scoppiò.
Fortunatamente in quel momento si trovò a passare di lí un sarto, che  subito ricucí lo spacco nella pancia del fagiolo.

Ecco perché i fagioli hanno una cucitura sul fianco…

borlotto sarconi

Commenta utilizzando facebook

commenti

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento seguici anche su Facebook